Passa ai contenuti principali

Salivoli

Partenza da Baratti direzione Piombino, lascio l'amico Marco di TNT surf school che mi ha dato ospitalità per due giorni a casa sua e riparto. Mare nella norma, nessun intoppo, supero alcuni posti unici come Buca delle Fate, Fosso alle Canne dove di norma vive un vecchietto in una grotta  da Giugno a Settembre intagliando pezzi di legno vendendoli poi ai turisti. Un uomo che avrei voluto volentieri conoscere ma purtroppo oggi non c'era. Proseguo a dritto un poco rattristato e supero lo Scoglio della Morte anche se questo è il nome che si legge su Google Maps ma nessuno del posto in realtà  gli da troppa importanza. Proseguo ancora un pò supero Calamoresca e arrivo a Salivoli, qui mi aspetta Paolo Marconi e la  sua compagna  Susak Molinero, campioni di sup che nel 2016 hanno creato l'associazione sportiva SUP Salivoli con l'intento di promuovere e far crescere questo sport. Marco è uno dei pionieri del sup in Italia, impegnato regolarmente in giro per il mondo, da lui c'è solo da imparare, facciamo un uscita nel pomeriggio tutti assieme sulla costa Piombinese, parliamo un pò e scopriamo di avere molto in comune e a me questo fa molto piacere. Finito il giro facciamo poi una pizzata vicino alla loro base, continuiamo a parlare del futuro e invidiamo entrambi chi ha una visione chiara di cosa vuole fare da grande, ma poi quando si è grandi? Una domanda questa a cui ancora non riesco a dare una risposta. La pizzata finisce e mi ospitano presso la sede della Lega Navale di Salivoli di cui Paolo fa parte. Una bella  avventura resa ancora piu bella da persone come loro che amano il mare, lo sport e puntano al massimo, mettendoci il impegno, passione e tanto sacrificio, senza la presunzione di essere diversi; ma infondo si sa, la diversità è solo un punto di vista. C'è chi ne ha paura e chi si avvicina ad essa. Io spero che in molti smettano di avere paura.

Post popolari in questo blog

Finale di stagione

Mattinata come tante altre di questo viaggio, sveglia verso le sette e mezzo, esercizi di riscaldamento, meditazione, colazione con caffè e cornetto integrale vuoto, un cambio veloce e via direzione spiaggia. Oggi però qualcosa era diverso, era l' ultimo tratto, gli ultimi 21 kilometri, nemmeno a farlo a posta, le ultime pagaiate a concludere un percorso progettato nove mesi prima e per il quale mi sono allenato duramente. Mentre proseguo verso la meta ripenso alle persone che ho conosciuto, agli aperitivi fatti assieme, alle cene, alle pizzate, ognuno mi ha lasciato qualcosa e dal canto mio, spero di aver lasciato qualcosa a loro. Ho cercato di mettermi alla prova, ho cercato di aiutare alcuni miei amici, mi sono schiarito le idee su come voglio vivere il mio presente, sulle persone che vorrei accanto, ho pensato e pagaiato. Non nego che la fatica di questi ultimi kilometri si è fatta sentire ma la voglia di raggiungere il traguardo era tanta e così, dopo circa due ore e mezza i…

Primo giorno in solitaria

Eccomi attraversare la spiaggia della Lecciona, una spiaggia incontaminata direi, con quella sua sabbia "terrosa" e il suo spirito selvaggio. un posto a mio parere molto bello; continuo a pagaiare, ancora avanti verso la foce del Serchio e via nel parco della Migliarina per poi giungere allo sfociare dell' Arno e finalmente arrivare a Marina di Pisa, la meta di questa giornata. Ho attraversato uno spazio immerso nel verde e di difficile accesso la cui bellezza e la quiete a mio avviso sono unici, ogni tanto qualche palo di legno piantato nella sabbia per costruire una sorta di tenda è quello che si intravede dal mare scrutando la spiaggia e poi a distanza di chilometri talvolta un piccolo stabilimento balneare che non saprei raggiungere dalla terra ferma, pochi ombrelloni un piccolo punto ristoro, il simbolo di una vita tranquilla, semplice, lontana da occhi indiscreti. A bordo della tavola, una pagaiata dietro l'altra continuo a scrutare il panorama e la mia fantas…

La partenza

Ci siamo, il primo giorno di viaggio è passato, è stato molto bello poter condividere questo momento con tutti voi. Una parte di me sperava quasi non ci fosse nessuno, un uscita classica come in allenamento e via, verso Torre del Lago. Sono fatto così infondo, un solitario che non ama mettersi in mostra a  cui piace fare le cose senza troppi fronzoli. Mi sono dovuto ricredere, l'emozione era tanta ma le persone erano  quelle giuste, quelle vere, quelle che mi conoscono e che mi sono vicine. É stato bello arrivare al porto di Viareggio e finalmente superarlo, è stato come attraversare un portale e vedere cosa c'è oltre lasciandomi quel faro, amico di tanti allenamenti alle spalle. É stato liberatorio, andare avanti senza tornare indietro, una pagaiata alla volta, perchè infondo la vita è questo, un susseguirsi di attimi irripetibili che non tornano più. Imparare a viverli per quello che sono, senza rimpianto o senso di colpa o rabbia o tristezza, imparare ad accettarli fà la di…

La sfida

Partenza da Piombino destinazione Follonica, lascio la Lega Navale e mi dirigo in spiaggia, un pò  di esercizi in movimento e un pò di meditazione, il tempo scorre, devo ancora fare colazione e su consiglio di Paolo mi reco a visitare Piazza Bovio da cui è possibile ammirare il canale di Piombino spaziando su gran parte dell' arcipelago fino alla Corsica. Da qui la massa montuosa dell' Elba sembra vicinissima assieme agli isolotti del  Giglio, Montecristo e Capraia. Un bello spettacolo e al bar vicino anche un buon caffè. Finita la colazione prendo il furgone e lascio Piombino per entrare da Perelli1 così da saltare il porto, di li mi avvio verso Follonica ma il tempo trascorso a fare il turista non mi ha permesso di anticipare il vento e infatti dopo poco fa capolino e inizia a darmi noia. Gioca con me ma è un pò infame perchè lo sa che per quanto io possa resistere prima o poi cederò, comunque giochiamo e tra uno sbuffo lui e una pagaiata io arrivo nei pressi di Follonica. …

Belle Persone

Giornata rilassante oggi a Baratti, partito da San Vincenzo con un leggero vento si scirocco sono arrivato in circa un' oretta, da lontano non ti aspetti un apertura così grande ma "scollettando" ti rendi conto della sua reale estensione che va circa da Villa del Barone a Torre  di Populonia. Ad aspettarmi circa alla Baia del Pozzino gli  amici Marco e Andrea di TNT Surf School. Passiamo la giornata nel golfo e mangiamo qualcosa al Casotto di Baratti, un chiosco ambulante che fa dei panini eccezionali, porchetta, pomodori secchi, melanzane e salsa tartufata in un panino ai cereali, per chi fosse interessato all' articolo. Quello che colpisce è la pineta subito dietro alla spiaggia, non mi aspettavo una realtà così limitrofa al mare nascosta nel verde dei pini. La  difficoltà, dovuta  anche al periodo di bassa stagione, è stata proprio capire  dove si trovava il club velico che per la cronaca non è il club nautico, se fosse alta stagione avrei trovato catamarani e ba…

Manca poco alla partenza

Eccoci, una settimana a dividerci dalla partenza, questi mesi sono passati veloci, forse troppo. Ho cercato di fare del mio meglio e adesso spero che il mare, il tempo e la salute  mi assistano. Non vedo l'ora di vedere posti nuovi, altri fondali, altri colori e cercherò di tenervi aggiornati tramite questo blog. Vi invito pertanto a seguire questa avventura  speranzoso che la causa per la quale è nata venga accolta da molti e la raccolta fondi possa progredire. Non nego di provare un pò di agitazione, una parte di me crede di non farcela l'altra si sente fin troppo sicura. C'è solo un modo per scoprire come andrà arrivati a questo punto, 21 tappe, 21 giorni, 21 luoghi da esplorare. Non resta dunque che darci appuntamento Domenica 9 Settembre ore 10:00 al Nimbus Surfing Club di Marina di Pietrasanta per la tanto attesa partenza. Vi aspetto.

Arenato

Tappa V interrotta, la foto è suggestiva e questo a noi ci basta. Partito da Antignano la destinazione doveva essere Quercianella ma  le condizioni del mare si sono fatte impegnative, il cielo ha un pò oscurato, il vento in faccia crea un pò di resistenza e qualche ondina fa ballare la  tavola. Tutto è nella norma ma la sicurezza prima di tutto. Laccino attaccato, salvagente in vita, telefono alla mano e un attenzione particolare alla costa. Vado avanti supero la torre di Calafuria (meta da calendario) e provo a proseguire da qui le vie di fuga sono limitate. Vado avanti ma non troppo, mi rincuora il fatto che sulla scogliera ci sia un pescatore. é lui il mio punto di riferimento anche perchè  se è riuscito a scendere fino in fondo alla scogliera allora ipotizzo ci sia un sentiero utile. Provo ad andare avanti verso il Cala dei Leoni ma preferisco rinunciare. Vado dal mio amico pescatore e subito dietro di lui una caletta la noia ma nemmeno troppa è risalire la scogliera. Tappa sospe…

Happy Birthday

Giorno speciale oggi. Il 18 settembre 1986 sono nato a Pietrasanta, esattamente alle 13:45 stando a quello che dice mia mamma. Sveglia non troppo presto, arrivo al mare verso le 9:30, torno al bagno Venere che ci ha ospitato ieri, un cornetto e un caffè appena sfornati  e di li riparto, destinazione San Vincenzo. Tratta abbastanza lunga stamani che si  è complicata in prossimità di  Castagneto Carducci dopo la prima ora di pagaiata a causa del forte scirocco, faccio fatica ma proseguo, il vento in faccia e sotto di me qualche sobbalzo, non sarà facile arrivare. Proseguo a  passo d'uomo, è inutile sfidare la natura, una pagaiata dietro l'altra mi avvicino lentamente a San Vincenzo vorrei proseguire e superare il porticciolo ma mi fermo, il luogo dove dovrei arrivare è subito dietro ma andrei troppo lento e probabilmente qualcuno potrebbe prendersela o potrei dare noia a qualche imbarcazione entrante o uscente. Mi avvio dunque alla riva e inaspettatamente al mio arrivo ad aspet…

Spiagge Bianche

Lascio il Bagno la Conchiglia di Castiglioncello, sono stati davvero molto ospitali permettendomi di lasciare nello stabile la tavola per riprenderla l' indomani e facendomi usufruire dei loro spazi; mi avvio dunque verso la spiaggia, è ancora presto, lo stabilimento è ancora chiuso, scendo allora alla spiaggia libera li accanto, un pezzetto di terra che ai miei occhi è un sogno, simbolo che la vita può essere davvero molto semplice, un poco di esercizio fisico, qualche minuto di meditazione e attendo che apra. Eccoci ci siamo, qualche minuto ancora per un  cornetto caldo appena sfornato e un caffè, un ultimo controllo all' attrezzatura un saluto a tutti e via verso verso la  meta della giornata, supero Cala de Medici, il Lillatro ed eccomi alle Spiagge Bianche di Rosignano chiamate così per il loro particolare colore conseguenza di anni di lavorazione e degli scarichi in mare di carbonato di calcio da parte di un impianto del gruppo Solvay. Si nota passando con la tavola uno …

Switch

Giornata proficua. Vista la gara a Castiglione della Pescaglia ieri sera eravamo già in zona così stamani se pur con qualche intoppo eravamo in loco pronti a preparare lo stand e vendere i biglietti della lotteria grazie ai gadget messi a disposizione dall' azienda Moki Sup. Siamo al bagno il Faro dall'amico Alessio di Sup Experience, verso le 11:00 l'inizio della gara intanto facciamo un pò di cassa tra i partecipanti, tra loro atleti e amatori, un bel numero di persone, tutti li per sfidarsi a colpi di pagaia e mettersi in gioco,  tutti li per passare una giornata all'insegna del mare e della passione per lo sport. Qualcuno mi riconosce e scambiamo due parole sul progetto; c'è qualcuno che ho visto in mare qualche giorno prima e a cui ho chiesto indicazioni e qualcuno che fino a quel momento avevo sentito solo via  mail e che mi ospiterà nei prossimi giorni. Una bella giornata. Pausa pranzo e estrazione dei numeri della lotteria verso le tre, qualche saluto velo…